CCNL: IL NEGOZIATO CONTINUA

Al tavolo ARAN per il rinnovo del contratto continuano le proposte, sempre migliori ed evolute ma ancora non definitive, pertanto suscettibili di ogni miglioramento.

La novità positiva della giornata è quella della pensionabilità dell’intero importo stipendiale (dunque comprensivo del cosiddetto “differenziale retributivo” che sarà garantito nella misura attuale in partenza a tutti). Ricordiamo che quella della pensionabilità dell’intera retribuzione è un’altra delle richieste storiche di Confintesa FP che ha sempre sostenuto di dover ricercare soluzioni idonee a garantire che anche altre voci siano quiescibili ai fini del trattamento di fine servizio o di fine rapporto (TFS e TFR). Si metterebbe così fine alle disparità di trattamento tra lavoratori dello stesso comparto e, alcune volte, anche dello stesso Ministero.

L’ARAN nel corso della riunione ha confermato che nessun lavoratore andrebbe a perdere nulla degli importi attuali e, in compenso, ci potrebbero essere maggiori opportunità di progressione economica con una previsione chiara per l’attribuzione dei punteggi ricercando un equilibrio tra la valutazione  individuale e l’esperienza  professionale  maturata.

Con la piena disponibilità dell’ARAN stiamo vivendo l’occasione da non sprecare per fare un buon contratto che renda appetibile la Pubblica Amministrazione e Confintesa FP ritiene dover puntare su:

  1. un buon ordinamento professionale
  2. una prospettiva di carriera
  3. una selezione obiettiva e per merito

L’Aran ha ribadito che l’Area delle elevate professionalità sarà interamente finanziata con le risorse stanziate per le facoltà assunzionali e nascerà “vuota”, la struttura della retribuzione potrebbe essere composta da tre voci: tabellare onnicomprensivo, retribuzione di posizione correlata all’incarico, retribuzione di risultato.

Il Contratto inizia a prendere forma, noi stiamo mettendo tutto il nostro impegno e tu?

Prossimo incontro: 9 novembre ore 11.00

FLASH 2021 N 20 CCNL

piattaforma CONFINTESA FP CCNL 2021 giugno

 

 

Claudia Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *