VADEMECUM

VADEMECUM CCNL 2019-2021


È triste dover ammettere che oggi l’“attività sindacale” è considerata da buona parte dell’opinione pubblica, dall’Amministrazione e persino da molti lavoratori qualcosa di opaco, di inutile e di “corrotto”, ancora più triste è il dover ammettere che dietro questi giudizi ci sono i comportamenti reiterati negli anni di tanti sindacalisti che, pensando di restare sempre impuniti, hanno difeso i propri piccoli orticelli e non il bene comune.

Confintesa sin dalla sua nascita si è quindi sforzata di rappresentare un modo diverso, pulito e concreto di fare sindacato.

La nostra Federazione nasce il 18 settembre 2000 da un piccolo gruppo, rappresentato dall’odierno Segretario Confederale Francesco Prudenzano, ha superato battaglie difficili, che anziché ridimensionarla l’hanno fatto crescere e maturare, non solo in termini numerici ma anche nella consapevolezza.

Le nostre azioni sono mirate a…

  • l’abbandono di un concetto di autonomia fine a sé stesso, che spesso è servito ad altri sindacati solo per continuare a coltivare i propri interessi di parte, favorendo una dannosa ristrettezza di prospettive

  • la costruzione di un’alternativa sindacale attraverso una proposta nuova, che valorizzi il meglio dell’esperienza autonoma e la centralità della struttura confederale.

  • rappresentare solo quella parte di colleghi della Pubblica Amministrazione che vuole gli strumenti e le opportunità per mettere in luce le proprie capacità individuali, evitando l’indifferenziazione del salario di chi lavora e di chi no.

Purtroppo, la realtà della Pubblica Amministrazione è stata improntata ad un appiattimento verso il basso a causa, anche, della passività dei colleghi, sempre convinti che “sia impossibile cambiare le cose” e che, in fondo in fondo, è meglio considerare solo i titoli di studio o l’anzianità di servizio, quali uniche modalità per la vera selezione che dovrebbe partire da una seria ed oggettiva Dirigenza e, a cascata, scendere verso il basso.

La realtà ci insegna, purtroppo, che siamo su un piano completamente diverso dove non abbiamo garanzie che la selezione (per un concorso, per una selezione interna, per l’attribuzione dei fondi …) premi chi lo merita veramente, dove tutta la dirigenza sia capace di valutare in modo oggettivo, dov’è meglio garantire il poco a tutti invece di dare quello che si merita solo a chi lo merita, dove … vanno bene le parole ed i principi generali ma se tocchiamo le nostre tasche emergono una serie di particolari che ci inducono a giustificare decisioni e comportamenti diversi. Sappiamo tutto ma sappiamo anche che per cambiare dobbiamo spezzare la catena.

Siamo convinti che sia possibile invertire la tendenza spostando l’interesse dall’IO alla collettività, valutando non cosa sia soggettivamente giusto ma cosa sia oggettivamente giusto anche se non avvantaggia (o, addirittura, a prima vista danneggia) qualcuno di noi, per questo da anni ci impegniamo quotidianamente per restituire dignità al Sindacato, mettendoci la faccia, nelle battaglie giuste anche se sembrano interessare uno sparuto numero di colleghi.

Il “metodo Confintesa” si caratterizza per la presenza sui luoghi di lavoro, l’ascolto dei colleghi, la voglia di essere squadra e non singoli, gli scambi di idee nei gruppi di WhatsApp e sui social, dagli incontri formativi, il confronto e perfino dagli scontri, tutti percorsi utili e necessari per essere diversamente sindacalisti nella sostanza e non solo nell’apparenza in opposizione ai mestieranti dell’altrui sindacalismo che con i loro comportamenti hanno eroso la fiducia dei lavoratori.

Le elezioni delle RSU 2022 hanno rappresentato per Confintesa FP un banco di prova ed un punto di svolta nell’Anno dell’Emancipazione, i cui risultati ci impongono di proseguire nella realizzazione del nostro ambizioso progetto puntando a  raggiungere altri territori e settori nei quali, ancora, non abbiamo trovato adeguata rappresentanza.

Poiché crediamo che la conoscenza delle regole, insieme ad altre qualità personali, possano oggi “fare la differenza”, abbiamo ritenuto opportuno la redazione, aggiornamento e diffusione di questo compendio con l’obiettivo di fornire una sintesi delle prerogative sindacali per svolgere nel modo migliore il proprio mandato.

 Segretario Generale Confintesa FP

Claudia Ratti

Condividi