PIU’ TRASPARENZA E MENO IPOCRISIA

RSU TRASPARENZA & IPOCRISIA

Pervengono dichiarazioni di sorpresa per i premi che abbiamo previsto in favore dei nostri dirigenti sindacali per l’impegno messo nella campagna elettorale e la copertura sanitaria per tutti i nostri iscritti che si candideranno. Dichiarazioni pervengono da altre sigle tanto offensive da oltrepassare l’ordinaria dialettica sindacale.

Qualche chiarimento, per il dovere di trasparenza che ci contraddistingue, sento di farlo.

Iniziamo da noi.

Potevamo rispondere che i nostri soldi li usiamo a favore dei nostri associati come meglio riteniamo, invece vogliamo affermare che Noi, e solo Noi, abbiamo messo in chiaro l’utilizzo di queste risorse, nel rispetto sia delle regole interne (disponibili sul nostro sito, caso molto raro tra i sindacati) che delle norme fiscali.

E le risorse che hanno utilizzato e utilizzeranno gli altri sindacati nello svolgimento della campagna elettorale come saranno spese? Sicuramente resterà sconosciuto a quasi tutti i loro iscritti.

I nostri detrattori si sono dimenticati che, fin dall’inizio della pandemia, aiutiamo i nostri associati assegnando loro buoni acquisto, garantendo la loro attività lavorativa con assicurazioni per rischio professionale e la loro vita quotidiana con assicurazioni per incidenti domestici.

Ma finora non eravamo in campagna elettorale…

Noi che non promettiamo favori a chi non li merita, che non abbiamo lavoratori in nero o sotto retribuiti, non organizziamo crociere e viaggi spacciandole per attività sindacale, non acquistiamo gioielli, biancheria intima, scarpe griffate, non andiamo in alberghi e ristoranti della Giamaica con i soldi dei nostri iscritti.

E sempre con i soldi dei nostri iscritti non versiamo contributi per lavori inesistenti al fine di garantire pensioni d’oro ai nostri sindacalisti, noi che ai nostri dirigenti sindacali non diamo rimborsi  non rendicontati o, peggio, elargizioni in contanti.

Noi anteponiamo sempre l’interesse della nostra collettività ai nostri interessi personali e di questo ne siamo fieri ed orgogliosi perché diffondiamo la nostra iniziativa con tanta trasparenza da sembrare inverosimile a chi è abituato a meccanismi poco chiari, pubblicandola sul nostro sito e mandando migliaia di e-mail ai lavoratori.

Usciamo dall’ipocrisia, rendiamo trasparenti le nostre attività e non scandalizziamoci di chi, in piena luce del sole, ha deciso di premiare tutti coloro che collaborano per conseguire il miglior risultato possibile alle prossime elezioni RSU, per incidere in modo più efficace sui contenuti dei Contratti di Comparto e Integrativi.

Avremmo potuto seguire le vecchie e polverose strade del sindacalismo, ma abbiamo scelto la strada della trasparenza evitando le ipocrisie.

Segretario Generale
(Claudia Ratti)

Vacanze, crociere di lavoro e gioielli con i soldi degli iscritti: a processo sindacalisti UIL.

Sindacatopoli: da Cisl a Ugl passando per Uil e Cgil, ce n’è per tutti (lultimaribattuta.org)

 

 

Claudia Ratti

I commenti sono disabilitati.