PAROLE E FATTI, parte II

FLASH 2019 N 12 
DECRETO DI RIGETTO IN DATA 7 FEBBRAIO 2019
Prot. 21 Convocazione Commissione Paritetica ARAN
Prot. 27 RICHIESTA ARAN
Prot. 71 ARAN
Prot. 114 ARAN interpretazione autentica commissione paritetica
Prot. 157 ARAN commissione paritetica diffida

Alle parole che ha speso per noi l’USB in un lungo comunicato di due pagine rispondiamo, ancora una volta, con i fatti.

  1. Il nostro flash è stato scritto in luogo climatizzato e non sulla spiaggia perché noi, come tanti colleghi, siamo al lavoro.
  2. Non abbiamo mai citato la USB … coda di paglia o eccessivo protagonismo?
  3. Prima del ricorso al Tribunale di Roma abbiamo mandato anche noi delle “letterine” e la “diffida e messa in mora”, coinvolgendo sia il Presidente dell’Aran che il Ministro Bongiorno, precisamente nelle date:
    – 16 febbraio 2018 prot. n.27
    – 17 aprile 2018 prot. n.71
    – 02 luglio 2018 prot.n.114
    – 15 ottobre ’18 prot. n.157
    – 15 marzo 2019 prot. n. 21
  4. Non abbiamo manifestato, è vero …perché riteniamo che la protesta “urlante” e violenta, che attira le forze dell’ordine e non risolve i problemi, sia sostanzialmente inutile anche se, di certo, crea molta “scena”.
  5. Noi abbiamo sottoscritto un Contratto pur non condividendone in pieno i contenuti, ci siamo battuti (inutilmente) anche con l’USB e con FLP durante le trattative per eliminare la previsione dell’impossibilità di partecipare alle trattative se non firmatari … la nostra posizione non è “passata” e, quindi, rispettiamo la norma anche non gradendola. Noi non imponiamo con la forza e con l’“ammuina” … le nostre posizioni perché noi rispettiamo le leggi. Così come paghiamo le tasse anche se ci appaiono inique.
  6. Noi abbiamo disdettato il Contratto Collettivo lo stesso giorno della firma, facendo in modo che non si rinnovasse.
  7. Noi non blocchiamo le trattative perché non accettiamo una norma, mettendo in difficoltà l’Amministrazione incapace di decidere (poco male) e danneggiando i lavoratori per i ritardi (questo sì il vero danno).
  8. Noi non capiamo il motivo per cui la USB vuole imporre la sua presenza ai tavoli nonostante il Tribunale di Roma, con Decreto n. 12465/2019 del 07/02/2019 gli abbia dato torto.
  9. Noi non capiamo come si fa a pretendere di partecipare ad una Commissione prevista da un CCNL che non si è firmato.
  10. Noi non derubrichiamo la risposta (inutile, a nostro avviso) della USB ad un incidente estivo perché, purtroppo, questi comportamenti sono identici nelle 4 stagioni.

Noi non capiamo il comportamento della USB, non blocchiamo le trattative, non manifestiamo inutilmente e  non replicheremo ancora perché noi … siamo diversamente sindacalisti e ne siamo orgogliosi.

Buone vacanze a tutti.

Segretario Generale
(Claudia Ratti)

 

I commenti sono disabilitati.

PER VEDERE LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO PER FUNZIONARI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CLICCA QUI