Comunicazione dal Coordinamento Informatici della Federazione

Carissimi Soci e Simpatizzanti,

 il “Decreto Sviluppo” presentato dall’attuale Governo prevede al suo interno l’istituzionedell’Agenzia per l’Italia Digitale di cui forniamo di seguito il testo della proposta.

 Accelerazione dell’Agenda Digitale italiana

 a) Istituzione dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

 Per accelerare la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda digitale italiana ed europea viene istituita l’Agenzia per l’Italia Digitale, alla quale vengono attribuite tutte le funzioni svolte finora da: DigitPa, Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, Dipartimento per la digitalizzazione della PA della Presidenza del Consiglio, enti che vengono soppressi o riorganizzati  in materia di innovazione tecnologica.

 La nuova Agenzia avrà il compito di coordinare le politiche e le strategie di diffusione delle nuove tecnologie, assicurando la piena interoperabilità  dei sistemi informatici della Pubblica Amministrazione, secondo i parametri comunitari.

 Altro compito fondamentale sarà quello di  procedere alla razionalizzazione della spesa pubblica informatica, coordinando la gestione dei dati dell’Amministrazione statale, regionale e locale.

 Attraverso il lavoro svolto dall’Agenzia, il nostro Paese si dota,, dunque, di un unico strumento strategico e operativo sul fronte dell’innovazione tecnologica, superando così il problema della frammentazione delle competenze e ponendo le basi per una programmazione unitaria e coordinata delle risorse sul fondamentale fronte dell’innovazione.

 Poichè la nostra Associazione, ANIPA,  ha da sempre considerato cruciale, anche per un virtuoso sviluppo economico del nostro Paese,  una corretta gestione dell’informatica pubblica,  aspetto che peraltro  fino ad oggi ci pare non sia mai stato recepito correttamente, vorremmo conoscere le Vostre opinioni in merito all’istituzione di questa nuova Agenzia ed ai suoi obiettivi al fine di raccogliere alcune osservazioni da sottoporre direttamente al Presidente del Consiglio, Prof. Mario MONTI. 

La speranza è quella di attivare uno scambio virtuoso al fine di una migliore gestione delle risorse economiche ed umane  della P.A. ed impedire ulteriori investimenti senza uno scopo ben definito ed organico, nonchè una migliore considerazione e rivalutazione del Personale informatico che opera nella PA, da tanti anni senza mai avere avuto adeguato livello di riconoscimento. 

Potete partecipare direttamente alla discussione attivata sul nostro gruppo di LinkedIn alseguente indirizzo in cui troverete anche un sintetico articolo tratto da “Il Sole 24 ORE” oppure inviare un’email direttamente a anipa@anipa.it .

Cordiali Saluti.

Il Presidente ANIPA
Raffaele PINTO

I commenti sono disabilitati.

PER VEDERE LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO PER FUNZIONARI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CLICCA QUI