ISPETTORI TECNICI NULLE LE PROGRESSIONI 2010… E ORA?

PROGRESSIONI NULLE, SOLDI DA RESTITUIRE!

 Il rischio derivante dalla sentenza del Tribunale di Cagliari e/o dall’adozione di una analoga sentenza del Tribunale di Nuoro non è solo quello di vedere invalidate le progressioni economiche, ma anche di essere destinatari delle richieste di rimborso degli incrementi stipendiali sino ad oggi percepiti per effetto delle progressioni del 2010. Ipotesi non remota se consideriamo la recentissima sentenza del Consiglio di Stato (Sezione 4, Sentenza 3 Gennaio 2018, N. 27) che dichiara: è consolidato l’indirizzo giurisprudenziale che considera quale atto dovuto l’esercizio del diritto-dovere dell’Amministrazione di ripetere le somme indebitamente corrisposte ai pubblici dipendenti. (…) Infatti, a prescindere dal tempo trascorso, l’oggetto del recupero produce di per sé un danno all’Amministrazione, consistente nell’esborso di denaro pubblico senza titolo ed un vantaggio ingiustificato per il dipendente. Si tratta dunque di un atto dovuto che non lascia all’Amministrazione alcuna discrezionale facultas agendi e, anzi, configura il mancato recupero delle somme illegittimamente erogate come danno erariale; il solo temperamento ammesso è costituito dalla regola per cui le modalità di recupero non devono essere eccessivamente onerose, in relazione alle condizioni di vita del debitore “.

I vincitori hanno tutto l’interesse a salvare le graduatorie relative alle progressioni economiche 2010.

 La Confintesa FP intende tutelare gli Ispettori Tecnici del Ministero del Lavoro “inserendosi” nell’iniziativa giudiziale e garantendo la miglior difesa per “smontare” le decisioni del Tribunale di Cagliari.

 

CHI SONO GLI INTERESSATI?

Tutti i vincitori delle graduatorie definitive delle progressioni economiche per l’Area Funzionale III relative ai passaggi dalla fascia retributiva F3 a quella F4 per il profilo di ispettore tecnico.

 COME?

APPELLANDO LA SENTENZA N. 12/2018 DEL TRIBUNALE DI CAGLIARI

L’iniziativa concerne l’appello avverso la sentenza resa dal Tribunale di Cagliari e riguarda i vincitori delle progressioni economiche per l’Area Funzionale III relative al passaggio dalla fascia retributiva F3 a quella F4 per il profilo di ispettore tecnico.

QUANTO COSTA?

Il contributo economico riservato ai nostri iscritti è pari ad € 60,00.

La quota dovrà essere versata sul CC intestato a Confintesa – IBAN IT54F0503403255000000005546 con causale: “PROGRESSIONI ECONOMICHE MINISTERO LAVORO APPELLO SENTENZA TRIBUNALE DI CAGLIARI”.

 COSA FARE?

Per aderire alle iniziative c’è pochissimo tempo: 9 febbraio 2018 è il termine di scadenza.

L’iniziativa sarà avviata solo al raggiungimento di un numero di adesioni pari o superiore a 20.

È richiesta la seguente documentazione:

  1. duplice originale della procura alla lite, debitamente compilata e firmata (vedi allegato);
  2. originale conferimento incarico professionale, debitamente compilato e sottoscritto (vedi allegato);
  3. fotocopia documento di identità in corso di validità;
  4. fotocopia codice fiscale;
  5. fotocopia ultima busta paga;
  6. fotocopia disposizione di bonifico relativa al pagamento della quota di adesione,
  7. Scheda di adesione all’iniziativa.

Tutta la documentazione dovrà essere anticipata a mezzo email ad affarilegali@confintesa.it e, comunque, inviata in originale presso: Confintesa – Area del Contenzioso –  Corso Vittorio Emanuele II, 326 – 00186 – Roma, entro e non oltre il 9 febbraio 2018

QUALCOSA NON È ANCORA CHIARO?

Per ulteriori informazioni vista la prossima scadenza, siamo a tua disposizione dalle 10:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì al 064746128 o manda una email a affarilegali@confintesa.it e ti ricontatteremo.

Mancano pochissimi giorni, non esitare!

 

FLASH 2018 n 4 – ISPETTORI TECNICI

FLASH 2018 N 7 ISPETTORI TECNICI

SENTENZA CONSIGLIO DI STATO 3 GENNAIO 2018 N. 27

CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE ISPETTORI TECNICI
PROCURA ALLE LITI APPELLO SENTENZA TRIBUNALE DI CAGLIARI
SCHEDA DI ADESIONE ISPETTORE TECNICO

 

Rispondi al commento