AGENZIE DI STAMPA – Contratti normativi nel comparto P.I., oggi il sindacato ha incontrato il Ministro Madia

marianna-madia-sbaglia-ministero-la-stampaANSA (ECO) – 03/04/2014 – 18.25.00 P.a.: Da Ugl-Intesa cinque proposte per contratti
Da Ugl-Intesa cinque proposte per contratti dal fondo di  solidarietà allo sciopero virtuale (ANSA) – ROMA, 03 APR – La Ugl-Intesa ha  presentato al ministro della Pa, Marianna Madia, le sue proposte per i  contratti del pubblico impiego. Le proposte, spiega il sindacato, ”si basano  essenzialmente su cinque punti: dal ‘contratto cornice’ che comporterà un  doppio sbarramento sulla misurazione della rappresentatività sindacale (un 5%  sui comparti ed un altro 5% misurato su ogni amministrazione), ad un diverso  modello di riqualificazione, non più a pioggia ma basato su strumenti che  mettano in luce le capacità e gli sbocchi di carriera legati al merito reale”. Ugl-Intesa ragiona anche ”sull’abolizione della limitazione al doppio  lavoro, sullo sciopero virtuale che mira alla salvaguardia dell’utenza e alla  duplice responsabilità lavoratore-datore di lavoro in caso di mancato 

accordo  e, per finire, allo sciopero solidale. Con quest’ultimo punto si andrebbe a  creare un fondo di solidarietà a favore dei lavoratori che scioperano per  cause collegate a tutto il personale. Alla contribuzione economica per la  costituzione del fondo parteciperebbe anche il sindacato”. (ANSA).  

AGI (ECO) – 03/04/2014 – 17.19.00 P.a: Le proposte Ugl-Intesa, da contratti cornice a sciopero virtuale  (AGI) – Roma, 3 apr. – Dal “contratto cornice” che comporterà un doppio  sbarramento sulla misurazione della rappresentatività sindacale con un 5% sui  comparti e un altro 5% misurato su ogni amministrazione, a un diverso modello  di riqualificazione, non più a pioggia ma basato su strumenti e opportunità  che mettano in luce le capacità e gli sbocchi di carriera legati al merito  reale. Sono le proposte sui contratti nel pubblico impiego formulate oggi dall’Ugl-Intesa Fp al ministro della Funzione pubblica Marianna Madia. (AGI)  (Segue)

AGI (ECO) – 03/04/2014 – 17.19.00 P.a: le proposte Ugl-Intesa, da contratti cornice a sciopero virtuale (2)  (AGI) – Roma, 3 apr. – “Ciò – ha spiegato il segretario generale  Ugl-Intesa Fp, Francesco Prudenzano – potrebbe ridare maggiore dinamismo alla  contrattazione integrativa che dovrebbe corrispondere alla rappresentanza reale  all’interno delle amministrazioni con una semplificazione del rapporto costo- benefici e una chiara responsabilità sull’identificazione del budget assegnato  sui compensi accessori e sulla retribuzione di risultato dei dirigenti”. Nella  proposta della Ugl-Intesa si ragiona anche sull’abolizione della limitazione al  doppio lavoro, sullo sciopero virtuale che mira alla salvaguardia dell’utenza e  alla duplice responsabilità lavoratore-datore di lavoro in caso di mancato  accordo e, per finire, allo sciopero solidale. Con quest’ultimo punto, spiega  il sindacato, si andrebbe a creare un fondo di solidarietà a favore dei  lavoratori che scioperano per cause collegate a tutto il personale. Alla  contribuzione economica per la costituzione del fondo parteciperebbe anche il  sindacato. (AGI)

ITP (ECO) – 03/04/2014 – 17.11.00 P.A.: CINQUE PROPOSTE UGL-INTESA FP PER CONTRATTO P.A.: FP PER CONTRATTO ROMA (ITALPRESS) – Ugl-Intesa Fp ha formulato al ministro  Marianna Madia delle proposte sul contratto del pubblico impiego, che si basano  essenzialmente su cinque punti: dal “contratto cornice”, che comporterà un  doppio sbarramento sulla misurazione della rappresentativa sindacale con un  5% sui comparti e un altro 5% misurato su ogni amministrazione, a un diverso  modello di riqualificazione, non più a pioggia ma basato su strumenti e  opportunità che mettano in luce le capacita e gli sbocchi di carriera legati  al merito reale. “Ciò – ha spiegato il segretario generale Ugl-Intesa Fp,  Francesco Prudenzano – potrebbe ridare maggiore dinamismo alla contrattazione  integrativa che dovrebbe corrispondere alla rappresentanza reale all’interno  delle amministrazioni con una semplificazione del rapporto costo-benefici e una  chiara responsabilità sull’identificazione del budget assegnato sui compensi  accessori e sulla retribuzione di risultato dei dirigenti”. Nella proposta si  ragiona anche sull’abolizione della limitazione al doppio lavoro, sullo  sciopero virtuale che mira alla salvaguardia dell’utenza e alla duplice  responsabilità lavoratore-datore di lavoro in caso di mancato accordo e, per  finire, allo sciopero solidale. Con quest’ultimo punto si andrebbe a creare un  fondo di solidarietà a favore dei lavoratori che scioperano per cause  collegate a tutto il personale. Alla contribuzione economica per la  costituzione del fondo parteciperebbe anche il sindacato. (ITALPRESS).  

9COL (POL) – 03/04/2014 – 16.44.00 PA, UGL-INTESA FP: CINQUE PROPOSTE A MINISTRO MADIA Roma, 3 apr Le proposte per i contratti al pubblico impiego che la Ugl-Intesa ha formulato  oggi al ministro Madia “si basano essenzialmente su cinque punti, dal  ‘contratto cornice’ che comporterà un doppio sbarramento sulla misurazione  della rappresentatività sindacale con un 5% sui comparti ed un altro 5%  misurato su ogni amministrazione, ad un diverso modello di riqualificazione,  non più a pioggia ma basato su strumenti e opportunità che mettano in luce le  capacità e gli sbocchi di carriera legati al merito reale”. “Ciò – ha spiegato  il segretario generale Ugl-Intesa Fp, Francesco Prudenzano – potrebbe ridare  maggiore dinamismo alla contrattazione integrativa che dovrebbe corrispondere  alla rappresentanza reale all’interno delle amministrazioni con una  semplificazione del rapporto costo-benefici e una chiara responsabilità  sull’identificazione del budget assegnato sui compensi accessori e sulla  retribuzione di risultato dei dirigenti. Nella proposta della Ugl-Intesa si  ragiona anche sull’abolizione della limitazione al doppio lavoro, sullo  sciopero virtuale che mira alla salvaguardia dell’utenza e alla duplice  responsabilità lavoratore-datore di lavoro in caso di mancato accordo e, per  finire, allo sciopero solidale. Con quest’ultimo punto si andrebbe a creare un  fondo di solidarietà a favore dei lavoratori che scioperano per cause collegate  a tutto il personale. Alla contribuzione economica per la costituzione del  fondo parteciperebbe anche il sindacato”.  

2 Risposte a “AGENZIE DI STAMPA – Contratti normativi nel comparto P.I., oggi il sindacato ha incontrato il Ministro Madia

  • klement
    6 anni fa

    Los sciopero virtuale è una farsa che fa dimenticare il senso della lotta con un comitato di beneficenza misto tra datori e lavoratori. Se gli enti pubblici in linea di principio mirano comunque all’utilità collettiva, non so che danno abbia il canile municipale quando fosse costretto a contribuire a un’associazione pro randagi. Usando gli utenti come scudi umani si fa presto a risuscitare le corporazioni.
    Lo sciopero tradizionale dovrebbe causare danno direttamente, mentre il virtuale è come stabilire che il padrone debba dare tre zuccate contro il muro per ciascuna che dà il dipendente.

  • di stravola pasquale
    6 anni fa

    sono diciassette anni che svolgiamo mansioni identiche a chi e’ inquadrato in terza area ,per noi che siamo ancora i sesti livelli di prima nomina ,cioe’ a seguito di superamento di concorso pubblico, e come se non bastasse abbiamo superato anche il concorso interno per C1 a pieni voti e non ancora inquadrati, ci sentiamo noi delle Commissioni Tributarie che svolgiamo mansione di segretario di sezione come gli sfortunati dell’ex ministero finanze abbandonati da tutti e discriminati e chi sa’ se un giorno dove tutti parlano di meriti vadano effettivamente a vedere chi merita?chi ci risarcira’ dei danni economici e morali/biologici che stiamo subendo?da chi siamo tutelati?