FLASH 2011 N 94 – CERTIFICATI DI MALATTIA

Non Attivo
Senza categoria

CIRCOLARE FUNZIONE PUBBLICA

LA NUOVA PROCEDURA TELEMATICA PER L’INVIO ALL’INPS DEI CERTIFICATI DI MALATTIA

 

Una circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Ministero del Lavoro, emanata il 18 marzo 2011, fornisce chiarimenti per lavoratori e datori di lavoro sulla nuova procedura per l’invio telematico all’INPS dei certificati medici attestanti lo stato di malattia del lavoratore (articolo 69 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 e  art. 25 della legge n. 183/2010 (c.d. collegato lavoro).

Secondo la nuova normativa  il certificato medico attestante l’assenza per malattia del lavoratore pubblico deve essere inviato, per via telematica, direttamente all’INPS dal medico o dalla struttura sanitaria pubblica che lo rilascia. L’INPS stessa a sua volta lo deve  inviare, sempre per via telematica, all’amministrazione di appartenenza del lavoratore.

A partire dal 24 novembre 2010 con l’entrata in vigore del Collegato lavoro, è stata uniformata la procedura per l’invio dei certificati sia per i lavoratori pubblici che per quelli privati.

Con il nuovo sistema i lavoratori non dovranno più provvedere ad inviare all’Inps e al proprio datore di lavoro, entro i due giorni lavorativi dall’inizio della malattia,  il certificato medico, ma dovranno farlo solo se il medico non potesse procedere all’invio telematico e rilasciasse la documentazione di malattia in forma cartacea.

Il lavoratore deve comunque fornire al medico la propria tessera sanitaria e deve comunicare l’indirizzo di reperibilità da inserire nel certificato, se diverso da quello di residenza, al fine di consentire eventuali controlli. Inoltre  deve richiedere al medico il numero identificativo del certificato e una copia cartacea dello stesso.

L’Inps consente ai  datori di lavoro sia pubblici che privati di visionare le attestazioni di malattia con accesso diretto al portale. Al fine di favorire i necessari adeguamenti al nuovo sistema  per i tre mesi successivi alla data di pubblicazione della circolare i datori di lavoro privati potranno chiedere al lavoratore l’invio della copia cartacea dell’attestazione di malattia, dopodiché anch’essi dovranno adeguarsi e potranno visionare le attestazioni di malattia solo tramite i servizi attivati dall’Inps.

 Paola SARACENI                                                Francesco PRUDENZANO

      

94_circolare_n_4_funzione_pubblica

I commenti sono disabilitati.