ATTUALITA’

Una nuova fragilità è stata scoperta all’interno del player Flash di Adobe, e questa volta a rischio potrebbe esserci la privacy dell’utente a causa del possibile avviamento, non autorizzato, di microfono e fotocamera installati sul proprio computer.

A scovare la falla è stato lo studente dell’Università di Stanford Feross Aboukhadijeh, che ha sperimentato con gli attacchi “clickjacking” (Il clickjacking è una tecnica informatica fraudolenta. Durante una normale navigazione web, l’utente clicca con il puntatore del mouse su di un oggetto, ma in realtà il suo click viene reindirizzato, a sua insaputa, su di un altro oggetto) riuscendo ad attivare microfono e webcam con un semplice giochino in Flash.

La tecnica è stata rilevata per la prima volta nel settembre 2008 da Robert Hansen e Jeremiah Grossman.

Adobe assicura che entro una settimana il problema sarà risolto.

 

Il Coordinatore Nazionale
Coordinamento Informatici

Raffaele Pinto

392.8836544

 

I commenti sono disabilitati.