INPS: NUOVO SMART WORKING

FLASH 2020 N 2 NUOVO SMART WORKING

Giovedì scorso, alle ore 19:28, l’Amministrazione ha trasmesso alle OO.SS. la bozza di messaggio sulle nuove modalità di applicazione del lavoro agile in INPS.

Venerdì mattina, nel corso della riunione in call conference con le OO.SS., CONFINTESA FP ha espresso perplessità per la fretta ed il poco tempo a disposizione per migliorare il testo del messaggio, ha dato un giudizio negativo su alcune previsioni (limitazione delle giornate, soglia massima 50%, niente buono pasto) e ha contestato l’assenza di risposte per situazioni di criticità (lavoratori fragili, genitori con figli in età scolastica, colleghi in part-time, pendolari) e per questioni generali (diritto alla disconnessione, flessibilità ed armonizzazione dei tempi di lavoro, costi delle strumentazioni a carico dei lavoratori).

Alle ore 18:49 della stessa giornata l’Amministrazione pubblicava il messaggio n. 3295, senza dare alcuna risposta alle proposte ed ai suggerimenti dei sindacati.

CONFINTESA FP respinge le scelte unilaterali dell’Amministrazione e valuterà la possibilità di dare all’Amministrazione segnali di dissenso, anche formali.

Restano ora da vedere e verificare gli effetti della corsa al rientro e le responsabilità delle eventuali ricadute sulla salute del lavoratori.

Intanto in queste ore, come era prevedibile considerato, ripetiamo, il carico di responsabilità collegato alla gestione dei rientri, assistiamo sul territorio alle prime, comprensibili iniziative di rinvio dell’efficacia del messaggio e di rimodulazione del contenuto.

Ne seguiranno altre: prove di federalismo all’INPS? Chissà, intanto ci danno ragione.

P.S. a proposito di “tempistica”, informiamo che il 24 settembre CONFINTESA FP sarà al tavolo della Funzione Pubblica per una riunione sullo smart working e successivamente, il giorno 29 settembre, con il Consiglio di Amministrazione dell’INPS.

COORDINATORE NAZIONALE
Michele DI LULLO

Redazione
Segreteria

Rispondi al commento