AUMENTI IN RAPIDA SUCCESSIONE CON STIPENDI BLOCCATI!

 
Il titolo sembrerebbe un controsenso, invece è la nostra triste realtà! Il Governo ha congelato fino a tutto il 2012 il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro per i pubblici dipendenti, mentre dall’altro, lascia mano libera a rincari di generi di prima necessità, senza operare alcun controllo sulle determinazioni che hanno portato a questo. Se ciò non bastasse, il Governo per non perdere le possibilità di continuare a “far cassa” sempre attraverso le tasche dei “soliti noti” decide di aumentare di un punto anche l’IVA (Imposta sul Valore Aggiunto). Allora dobbiamo prendere atto, sempre tenendo conto della loro “buona fede” che i nostri parlamentari, nessuno escluso, non leggono i giornali o, quanto meno, sono profondamente disinformati. Perché se avessero letto i quotidiani, i settimanali, i quindicinali, i mensili o visto qualche Tele Giornale, avrebbero appreso che il 30% delle famiglie italiane non arrivano più alla fine della terza settimana del mese. Detto questo e, con profondo rammarico, dobbiamo osservare che le realtà dei comuni cittadini, sono lontane anni luce, dalle realtà che vivono i nostri “ben pagati” Onorevoli! Inoltre, nel votare questi ulteriori ed onerosi tributi per tutti i cittadini, non hanno assolutamente tenuto conto, che tutti i dipendenti pubblici, “tranne loro”, hanno il rinnovo dei contratti bloccati! Purtroppo, le carenze di buon senso e di lealtà verso i cittadini, non finiscono qui! Infatti, l’aumento dell’aliquota dell’IVA, ha colpito anche la benzina e questa trovata da veri geni della finanza, ha portato un incremento della benzina alla pompa di circa 1,4 centesimi al litro! Questo inoltre, si è aggiunto agli autonomi ed ingiustificati rincari estivi del prezzo della benzina. Anche questi, lasciati passare senza un dovuto controllo da parte del Governo! Anche l’ISTAT, ha sottolineato che il costo della benzina nel nostro ex “Bel Paese” è tra i più cari d’Europa! Paghiamo la benzina alla pompa, ben al di sopra della media europea !

Non c’è che dire un gran bel risultato! Ora se non cambiano in fretta, le scelte operate da questo Governo, presto faremo la stessa fine della Grecia, anzi per noi sarà peggio, perché per gli “speculatori economici” siamo molto più “appetibili” della Grecia!   

 Paola Saraceni                                                                 Francesco Prudenzano
 347.0662930

27 Risposte a “AUMENTI IN RAPIDA SUCCESSIONE CON STIPENDI BLOCCATI!

  • ALFONSINA
    8 anni fa

    E’ INUTILE PARLARE LE PAROLE NON SERVONO A NIENTE POLOLO ITALIANO SMETTIAMO DI PARLARE AGIAMO SCENDIAMO NELLE PIAZZE RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA’ MA SOPRATUTTO DIAMO CERTEZZE E FUTURO MIGLIORE AI NOSTRI FIGLI. LA DISOCCUPAZIONE E’ ALLE STELLE I NOSTRI FIGLI NON RIUSCIRANNO MAI A LAVORARE E PER CUI SARANNO COSTRETTI A DOVER VIVERE CON I GENITORI. SONO UNA MAMMA VEDOVA CON DUE FIGLI 1 FEMMINA DI 26 ANNI CHE OLTRE A NON AVERE PIU’ UN PADRE E’ DISOCCUPATA E UN FIGLIO DI 25 ANNI CHE LAVORE PER 1OOO EURO AL MESE QUANDO POTRA’ MAI FARSI UNA FAMIGLIA. LA CANZONE DI MINA PAROLE PAROLE PAROLE SOLTANTO PAROLE E’ MOLTO APPROPIATA IN QUESTO PERIODO SVEGLIAMOCI A FACCIAMO SENTIRE CON I FATTI E NON CON LE PAROLE LE NOSTRE VOCI. QUANDO DOVREMMO TORNARE ALLE URNA MI PIACEREBBE CHE TUTTI MA DICO TUTTI NON DOVREMMO PRESENTARCI. FINO AD OGGI CI SIAMO ACCONTENTATI DELLE PROMESSE FATTE PUR DI ARRIVARE ALLA POLTRONA POI TUTTO E’ STATO DIMENTICATO ITALIANI RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA DIGNITA’NON PERMETTIAMO AD ALTRI DI FARCI AFFOGARE SCENDIAMO NELLE PIAZZE MA SENZA SPARGIMENTO DI SANGUE MA CON CORTEI FORTI MA EDUCATI NON ALLA VIOLENZA MA ALLA VOCE CHIARA NON E’ CON LA FORZA CHE SI OTTIENE MA CON DIALOGO.

    • Alfonsina, organizzarsi per creare subito un Movimento di pensiero, strapolare quei sindacati con il cervello positivo, tirare fuori quelle figure parlamentari invitandoli a valutare la nostra contro proposta finanziaria, siamo sempre 3 milioni e 250 mila dipendenti pubblici moltiplicati x 3, diventiamo a voti oltre i dieci milioni, una forza di rinnovamento generale nel Paese che avanza, solo così la stampa i mass media nazionali ed internazionali ci parleranno.
      La ricetta è Dipendenti pubblici+Sindacati seri+Parlamentari che oggi solo oggi hanno il coraggio di tirarsi fuori dal Parlamento, che condividano il nostro manifesto-documento di programma.
      META-PIANO-AZIONE Primo comunicato stampa, un Sogno: I dipendenti Pubblici alzano le sorti del Paese, nasce un Movimento-politico fuori dalle obsolete regole, i temi trattati Famiglia, giovani,terza età, lavoro, sicurezza sociale, a fronte: risparmio della spesa pubblica e sociale,lotta all’ evasione fiscale all’ americana, ripristino delle Caserme in disuso per mettere da subito gli evasori che hanno creato danni al paese impoverendo le famiglie italiane, svuotamento dalle galere degli stranieri, rispedirli al mittente del paese di provenienza, utilizzo dell’ esercito in Italia per difendere e tutelare gli obiettivi sensibili della malavita e da futuri secessionisti, per difendere l’Unità d’Italia etc.
      Chi ha il coraggio di replicare, lo ringrazio.

  • luca
    8 anni fa

    e’inutile lamentarci di questo governo o di questi politici l’unica cosa che possiamo veramente fare e’ non andare piu’ a votare.

    • luca
      8 anni fa

      Caro Luca, penso invece che sia importante andare a votare. E’ l’unico modo per mandare a casa il cavaliere e la sua compagnia. Mario.

  • Non dobbiamo disperare, basta semplificare. La situazione oggi, come afferma il Corriere della Sera con la lettura della lettera dell’ Autorità centrale della UE ha dichiarato che l’Italia ha perso tempo, oggi bisogna correre ai ripari.
    Secondo il mio modestissimo pensiero occorre tracciare da subito senza perdere tempo un contro programma con 3 fasi auspicabili che sono le seguenti:
    1) andare dal Presidente della Repubblica con la lettera dell’Organo di Autorità della UE e chiedere, noi cittadini, lo scioglimento delle Camere, da subito, organizzare un Governo Nazionale di responsabilità per affrontare i problemi che possono da subito essere risolti, Evasione, fiscale, Sicurezza sociale, corruzione, sospensione dei progetti faraonici, cambio del sistema elettorale e quant’altro utile.
    2) Chi parteciperà alla testa del nuovo Governo di Responsabilità Nazionale? Questo è il listino:
    BERSANI, CASINI, FINI, DI PIETRO, MARONI, COME CABINA DI REGIA, mi scuso se non mi vengono in mente altri nomi, forse D’Alema, ma dovranno essere i cittadini lavoratori e lavoratrici del pubblico impiego e del privato ad accettare questa cinquina attraverso l’istallazione dei gazebo di sabato e domeniche, previo un nostro programma come contro manovra che stavolta parte dal basso, ossia, dal popolo degli onesti cittadini, in sommi capi, se la cinquina accetta il contenuto non ci rimane che incrociare le dita. Cosa ne pensate. Oltre di questo c’è il Buio pesto, LA MORTE!

  • giuseppe
    8 anni fa

    dobbiamo sempre e solo lamentarci, l’italia è composta da ricchi benestanti e sono quelli che hanno voce in capitolo, economia finanza ecc. il 75%, il 10% stipendi bassi, operai impiegati, 15% di poveri e senza stipendio nè occupazione che vivono sulle spalle dei pensionati genitori o nonni, familiari con pensione di € 460,00 al mese.
    Di cosa parliamo, se parliamo sempre tra di noi delle stesse cose, sopportiamo tutto, siamo come al governo, vincono i voti della maggioranza e tutti li vogliamo mandare a casa, quelli che verranno saranno migliori di questi? se le percenuali restano le stesse, no di certo, risponde forse all’argomento qualcuno di quelli del 75%? credo di no. Le lamentele le diciamo tra di noi che siamo il 10%, perchè il problema è nostro,se le regole vanno bene per il 75% perchè dovrebbero cambiarle sia che si è al governo che all’opposizione? Non si dialoga con chi non ascolta. L’ora del cambiamento non è giunta, arriverà quando sarà 25% poveri contro 75% ricchi.

  • Carlo
    8 anni fa

    Chiedo scusa ma ho postato un commento nel posto sbagliato. Era relativo all’articolo sull’evasione fiscale e non a questo argomento. Chiedo ancora scusa.

  • Carlo
    8 anni fa

    Non dico che non dovrebbe pensarla ma un sindacalista, credo, una domanda come questa che ho letto: “…pensate che con uno stipendio adeguato qualcuno di noi cercherebbe una seconda occupazione?…” quanto meno non dovrebbe formularla.

    Questo per un semplice motivo: è risaputo che tra gli impiegati pubblici, spesso si nascondono dei “doppiolavoristi”. Non lo nego neanche io che, purtroppo, a volte ciò è necessario per sopravvivere ai miseri stipendi ma addirittura affermarlo mi sembra eccessivo.

    Infatti anche questa forma di “evasione”, seppur limitata nei contenuti e nelle quantità, concorre a creare quel danno all’erario che poi noi “fessi” dobbiamo pagare. L’arte di “arrangiarsi” non è meno deprecabile di quella perseguita dai grandi evasori fiscali perché, alla fine, tutto concorre a far si che poi, ripeto, i soliti fessi debbano pagare.

    Invece di “arrangiarci” e, soprattutto, continuare a lamentarci, sarebbe ora di bloccare questo nostro Paese e mettere coloro che ci stanno rendendo la vita impossibile, di fronte alle loro responsabilità.

    Invece… abbiamo fatto passare anche quest’ultima manovra economica, abbiamo assistito allo smantellamento dello stato sociale, alla cancellazione dei nostri diritti, all’ennesimo attacco (riuscito) allo Statuto dei lavoratori senza fare praticamente nulla (salvo i soliti fessi che sono andati a manifestare), per ritrovarci poi con le solite lamentele e vuoti proclami che non saranno mai tradotti in “fatti compiuti”!

    Il vero male non sono i nostri governanti. Sono coloro che consentono tutto questo.

  • ALFREDO
    8 anni fa

    POCHE PAROLE PERCHE’ TRA POCO PAGHEREMO ANCHE L’OSSIGENO CHE RESPIRIAMO CON L’IVA AL 21% – SONO STANCO DI QUESTO GOVERNO-

  • Un Sindacato con le Palle, Confederazione UGL INTESA? Decisamente sì. Da una mia fondamentale visione tratta da una lunga indagine conoscitiva di promesse, parole, fatti la Confederazione UGL INTESA è quella che non ha venduto la propria pelle e quella dei propri iscritti al DIAVOLO o all’anticristo. Chi ve lo dice è un normale cittadino curioso nel verificare tutte le affermazioni da oltre 5 anni ad oggi della triplice e sindacati affini a loro. Ho costatato che poche sigle sindacali autonome si danno da fare nel mantenere fede al mandato dei lavoratori e lavoratrici. Ciascuno, proveniente dalla propria storia sindacale hanno smarrito gli obiettivi per cui sono nati. Ceetamente la UGL storica e riformatrice di rinnovamento, insieme a pochissime sigle nazionali hanno dato sfogo ininterrottamente a lanciare proclami, azioni, accordi di palazzo ma sempre e comunque non trascurando la propria identità per cui sono nati, portando sempre alto i valori, la storia, le tradizioni e la tutela applicando i valori della Costituzione Italiana. Forse penserete che sono debitore di questo sindacato, ma non è così, mi sento un valutatore, uno spettatore che assiste sugli spalti quello che sta succedendo nell’ arena sociale del nostro Paese. Vi invito a non mollare nessun sindacato dove siete iscritti, combattete all’interno, e se non vedete cambiamenti di risultato, cambiate sindacato, ma non rimanete mai e poi mai mercè dei farabutti che piegano i lavoratori chiedendo più sacrifici.
    Ciascuno di noi ha una storia, e ciascuno è artefice del proprio destino. Noi cittadini italiani abbiamo una grande responsibilità, quella di contribuire al miglioramento della qualità del nostro Paese, non possiamo esimersi da questo compito esistenziale. Quindi, cari colleghi è giusto che dalle parole passiamo ai fatti, che sia l’UGL INTESA ad accendere i riflettori con coraggio per recarsi in piazza e chiedere al Presidente della Repubblica di sciogliere le Camere, ma presentando al contempo un piano di contro manovra, in primis cambiare il sistema fiscale in Italia, intercettare e mettere in galera i corruttori e gli evasori fiscali, ovvero individuare i 400 miliardi di evasione fiscale, allontanare gli sprechi, mandare dove è possibile i 40 mila carcerati stranieri per farli punire nel propio paese di provenienza, e dare la possibilità come avviene in altri paesi di poter dedurre dalla dichiarazione annuale dei redditi con scontrini e fatture attraverso un rimborso del 10% così da eliminare subito l’evasione fiscale dei liberi professionisti e commercianti, recupereremmo 30 miliardi di euro l’anno. Attaccano anche la Magistratura delegittimandola e prendendola a pernacchie, dove il malaffare dilaga, la corruzione avanza, e i delitti contro la persona aumentano sui figli e le donne indifese, e noi, stiamo a guardare? E cosa ne dite delle Forze dell’ Ordine di Polizia, tantissimi investigatori con le loro profesionalità che rischiano la vita, per poi vedere i delinquenti di nuovo in circolazione facendo un sorrisino di presa in giro verso gli agenti e delle forzre dell’ Ordine, e noi, cittadini? Tutto questo scempio è sotto gli occhi della UE, giudice imparziale e rigido. Sto Governo di m….non ha finito di succhiare sanque, ne vuole ancora con sto Bossi, a volte sembra come gheddafi, ma cosa vuole? Sono oltre vent’anni che esiste la Lega, cosa sta facendo per combattere gli evasori del Nord?????????? e poi si rivolge con i soliti slogan castristi, ROMA LADRONA, se perdiamo la pazienza saliamo noi dal Sud e glie la facciamo vedere noi, forse non considera che i componenti delle forze armate un buon 80% provengono dal SUD.

    I sono pronto per le iniziative dell’ UGL, Sabato e Domenica, la dedico a Voi, per il bene del paese e per coloro che hanno perso la speranza, la voce, chi? Infanzia,Famiglia,Terza età i giovani precari a vita, per questa causa occorre combattere, hanno bivaccato abbastanza il potentato dei governi, yanto è che la UE ha dichiarato che i governi italiani hanno perso tempo. Paghino coloro che hanno dormito, rubato,corruttori, assassini incalliti della politica.

    Cittadini, lavoratori e lavoratrici è il momento di riallineare gli aghi della bilancia della giustizia sociale.

  • fiorella
    8 anni fa

    io sono sconvolta, abbiamo fatto le analisi del sangue io e le mie due figlie, volete sapere quanto ho pagato? 183,00 euro, questo è un ladrocinio, si ruba anche sulla salute delle persone, ma vi rendete conto? dobbiamo avere il coraggio di farci sentire ma tutti insieme, le parole volano dobbiamo fare i fatti!

  • fulvio
    8 anni fa

    Carissimi le cose che voi dite sono più che giuste, a volte siete più estremisti della cgil peccato che siate bloccati con gli accordi fatti con il governo e non scioperiate più da molto tempo.

    • Non ci sentiamo bloccati da quello che lei dice, piuttosto dalla grande indifferenza dei colleghi che parlano, scrivono, fanno il tifo ma non partecipano.

      • Ruggero Seriani
        8 anni fa

        Mah, considerare la CGIL estremista poi….basta vedere come si fanno i complimenti con la Confindustria….. 🙂 soprattutto adesso seguono una linea piuttosto morbida…
        e a proposito di sciopero; Fulvio non crede che sia diventato un sistema di protesta perfettamente inutile?
        Mi ricordo parecchi anni fa che il SURMI aveva organizzato uno sciopero in modo molto intelligente: scioperavano gli uffici che creavano veramente un disagio e gli altri colleghi
        contribuivano in modo che i colleghi che scioperavano non perdessero i soldi della giornata di lavoro……quella volta anch’io ero sindacalista SURMI….. e mi piaceva quel sindacato.
        Ma, così, tanto per cominciare, perchè non mollate i vari “nickname” e mettete il vostro nome e cognome; avete paura di esporvi?

      • Caro Various, cosa ne pensi se utilizziamo i sabati e le domeniche per istallare dei gazebo nei quartieri, in ogni città, per protestare ma presentare una controproposta etica, civile e democratica, siamo sempre 3 milioni e 250 mila dipendenti pubblici? Riforma del Fisco, risparmio agli sprechi della politica, eliminazione dei privilegi, riforma carceraria, dove i detenuti stranieri dovranno scontare la pena nel loro paese di provenienza, mettere in galera i corruttori, gli evasori fiscali, con la confisca dei beni illecitamente guadagnati,controllo sulla dirigenza politica, pubblica e privata. Il bene comune è pubblico, tutti devono controllare se un dirigente ha lavorato bene o meno. Chi sbaglia paga, dal magistrato all’ultimo che fornisce servizio pubblico; contenimento dei super stipendi, in un periodo di magra, dai 5 mila euro in sù dovranno pagare una tassa di solidarietà dai 700 euro a salire ogni mese per 24 mesi, come ai 10mila euro 1200 euro al mese per 24 mesi e così via, dico al netto degli stipendi. Questo vale anche per la dirigenza politica e tutto ciò che è pubblico o parastatale. E’ cosa buona e giusta che il ricavato vada a cadere una parte sugli stipendi medio bassi, a partire dai mille euro ai 1700 euro, in misura proporzionale.
        Con il ricavato dell’ evasione fiscale, e il contributo dui solidarietà per 24 mesi, ci allineeremo alle richieste della UE. Poi chi ha idee migliori, civili e democratiche si facciano sentire, oltre questo, c’è il BARATRO. Non facciamoci scippare la padronanza di essere ITALIANI, siamo invasi da miriadi di stranieri, il governo elimina le festività e le tradizioni Italiane, ci ammazzano i nostri figli, 250 mila separazioni ogni anno e 165 mila divorzi in Italia, dove la figura femminile è la più colpita e indifesa a confronto con quella maschile che trova lavoro.
        Esiste una proposta di legge nel dimenticatoio parlamentare del 1986, ovvero sostenere la famiglia in particolare quelle separate o vedove, creando una corsia preferanziale protetta per l’ingresso al lavoro per non essere di peso alla società, ma purtroppo la società imprenditoriale le tiene fuori dal lavoro con l’età di 40, 50 55 anni.

  • zeus
    8 anni fa

    SEMBRA QUASI DI AVER SCOPERTO L’ACQUA CALDA, LO SAPPIAMO TUTTI CHE IL RAPPORTO LIRA-EURO SUL FRONTE STIPENDIE’ NULLO GIA’ DALL’ENTRATA IN VIGORE DELLA NUOVA VALUTA, ORA CI VOGLIONO SOLUZIONI E NON CHIACCHIERE SINDACALI CHE FANNO SOLO INCAZZARE IL POPOLO, QUESTE COSE GIA’ LE SAPPIAMO ORA TROVATE LA SOLUZIONE, OPPURE VOTATE ME, IO LA SOLUZIONE C’E’ L’HO, ED E’ LA LOTTA VERA ALLE’EVASIONE FISCALE, SPORTIVI,MEDICI,MECCANICI,CARROZZIERI, COMMERCIANTI, E I STIPENDI DEI NOSTRI CARI GOVERNANTI, N.B. QUESTI GOVERNANTI SONO UGUALI A QUELLI DELL’OPPOSIZIONE QUINDI E’ IRRISORIO DIRE CHI LI HA VOTATI? PERCHE’ GLI ALTRI SONO MEGLIO, E’ STUPIDO SOLO PENSARLA UNA COSA COSI STUPIDA. E ALLORA LA PAROLA D’ORDINE E’ S O L U Z I O N E

    • Anna Lisa
      8 anni fa

      Risolviamo allora! L’equiparazione salariale tra i cittadini europei … nessun politico ne parla, perchè i loro salari sono ben più alti dei politici degli altri Paesi della UE. Non hanno interesse !!!

    • Egregio Serious, Riuniamoci nel nome dell’ Italia, non amiamo fare guerre come la Lega, ma una evangelizzazione all’apertura degli occhi di tutti gli Italiani, perchè non possiamo essere come gli altri paesi europei??? La UE è una grande opportunità che ci è stata data, ma le lobby e la politica, salvando alcune facce ci hanno dato dentro, hanno affamato il Paese, e stavolta, grazie alla UE ci sarà la resa dei conti. Dapprima hanno attaccato l’Istituto della famiglia, poi la Chiesa, la Magistratura,i giovani, poi il Pubblico Impiego chiamandoci fannulloni, poi alcuni sindacati di Palazzo come sicari, spudoratamente hanno smarrito la retta Via di Lama e Berlinguer, oggi la popolazione onesta soffre e geme, dall’infanzia alla terza età, ma cosa vogliono sti farabutti da 25 mila euro di stipendio al mese??? Quindi, Various cosa c’è da fare?? riuniamoci, organizziamoci,impostiamo noi il nuovo cammino con altre forze buone mady in Italy, sono in attesa, siamo già oltre i mille che condividono il mio e tuo pensiero. Dicci la soluzione, mettiamo fine a questo scempio, in nome dei nostri padri che hanno dato la vita per la libertà combattendo contro l’oppressore.

  • Patrizia Giordani
    8 anni fa

    Purtroppo anche la legge non è uguale per tutti, e ci sono molti onorevoli che ci governano che hanno a che fare con la giustizia ma vengono tenuti a governare a forza di maggioranza. Ma che giustizia è. Ma da chi ci facciamo governare?
    QUANDO ANDIAMO A VOTARE DOBBIAMO PENSARCI BENE DA CHI CI FAREMO GOVRNARE QUESTA E’ LA PRIMA COSA DA FARE.
    PERCHE’NON RACCOGLIAMO LE FIRME PER FARE UN REFERENDUM PER FAR DIMINUIRE GLI STIPENDI DEGLI ONOREVOLI E TOGLIERE TUTTE LE AGEVOLAZIONI CHE QUESTI SIGNORI HANNO? O ANCHE PER MANDARE A CASA QUESTO GOVERNO CHE CI STA DANNEGGIANDO?

    • zeus
      8 anni fa

      COME FAI A PENSARE A CHI VOTARE, QUALE SAREBBE SECONDO LEI IL BENE O IL MALE?

  • A cosa serve un Governo (cioe’ la Leadership di un Paese) ?

    A due cose:
    – gestire al meglio l’esistente (e qui siamo scarsetti fino ad oggi…)
    – indicare la direzione per avercelo un futuro (e qui siamo senza idee, inesistenti o addiruttura andiamo testardamente nella direzione sbagliata, quando non siamo addirittura velleitari…)
    Si cominci allora dall’ovvio, dalla semplificazione giuridico-amministrativa delle prassi piu’ semplici (basta chiedere ai dipendenti!!).

    Altrimenti se non si ha la forza di fare neanche questo il Governo vada a casa !!

  • Patrizia Giordani
    8 anni fa

    Purtroppo se al governo ci sono queste persone la colpa e di coloro che li hanno votati. Sono anni che va avanti questa situazione e purtroppo qualcuno li ha votati.
    E questo ci meritiamo

    • zeus
      8 anni fa

      LA STESSA COSA LA DICO ANCHE A LEI VERAMENTE PENSA CHE SE AL GOVERNO CI FOSSE STATA LA CORRENTE OPPOSTA SAREBBE CAMBIATO QUALCOSA? SECONDO ME E’ SUPERSTUPIDO SOLO PENSARLA UNA COSA DEL GENERE.

      • rosetta
        8 anni fa

        veramente superstupido è pensare che non sarebbe stato cambiato qualcosa con la corrente opposta.
        1) c’era un avanzo primario di 60 ml. che con questa corrente non c’è più;
        2) il debito pubblico prima delle elezioni del 2008 era arrivato a 104 ed ora è a 120;
        3) la corrente opposta aveva incominciato a fare le liberazzazioni e questi non hanno fatto niente;
        4) la corrente opposta aveva detto che c’era la crisi ed andava preso delle misure prima che arrivasse anche da noi ma hanno sempre ribadito che era disfattismo della sinistra;
        5) ora che siamo nelle sabbie mobili e bisogna muoversi per uscirne, questo l’Europa ci chiede, in parlamento si parla solo di magistratura ed intercettazioni;
        6) vanno in televisione e dicono che per oggi 29/09 era già fissata una riunione con tutte le forze sociali per varare un piano dello sviluppo e il sindacalista in studio smentisce e dice di non sapere niente, ed infatti niente è successo;
        7) la pressione fiscale è prevista che salirà nei prossimi mesi ad oltre il 44%.
        Penso che sia l’ora di finirla di fare sempre tutto di un’erba un fascio, anche perchè questi sono proprio indifendibili.

  • Veramente, mi sa che anche la frutta ce la siamo già mangiata.
    Ho paura che siano rimasti solo i noccioli e le bucce: ce li vogliamo cucinare?

  • alessandria novi ligure
    8 anni fa

    oramai siamo alla frutta!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Alex
    8 anni fa

    Lo intendo un colpo di stato..penalmente perseguibile