BONGIORNO, GUARDIAMO AVANTI!

Tempestività della Pubblica Amministrazione, rispetto dei tempi della dirigenza, rinnovo del CCNL, valorizzazione del merito, incentivi e punizione dei furbetti. Queste le nostre principali richieste al nuovo Ministro Giulia Bongiorno in favore dei dipendenti del Comparto Funzioni Centrali, alcune richieste sembrano banali ma, purtroppo, viviamo in una realtà in cui il rispetto delle procedure sembra che non valga per le Amministrazioni.

È stata inqualificabile la fretta con la quale si è voluto chiudere un Contratto Collettivo fermo da 9 anni a condizioni svantaggiose per i lavoratori, rimandando la disciplina dell’ordinamento professionale ad una Commissione che si sarebbe dovuta convocare entro 30 giorni e che avrebbe dovuto concludere i lavori entro il mese di maggio e che, ad oggi, non si è ancora mai riunita.

Chiediamo il pieno rispetto dei tempi dalle Amministrazioni e la responsabilità di chi sbaglia.

Il Contratto Collettivo sottoscritto il 12 febbraio 2018 scade il 31 dicembre 2018 e non si rinnoverà alle stesse condizioni perché CONFINTESA FP l’ha immediatamente disdettato (vedi il Prot. 24- DISDETTA CCNL).

Ci aspettiamo che il Neoministro Bongiorno segni un cambio di passo rispetto al passato perché di parole ne abbiamo già ascoltate tante ma i lavoratori pubblici hanno bisogno di ritrovare l’antico entusiasmo e l’orgoglio dell’appartenenza e noi saremo al loro fianco.

Segretario Generale

(Claudia Ratti)

 “Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”. (Martin Luther King)

 

FLASH 2018 Bongiorno, guardiamo avanti

Prot. 115 lettera Ministro Bongiorno

Rispondi al commento