ALTRO ANNO…STESSA VITA!

Eh si!!! purtroppo anche questo anno, é facile immaginare trascorrerà a danno dei lavoratori dell’Istituto.

La ns O.S. alla fine dell’anno appena trascorso, ha impugnato il bando di concorso per 365 assunzioni in categoria C1 ” analista di processo – consulente professionale ” per le seguenti motivazioni:

  1. Mercimonio nella compravendita di titoli per partecipare alla selezione ( obbligatorio minimo il possesso del B2 in Inglese );
  2. Non conformità del bando di concorso al Testo Unico sul Pubblico Impiego per manifesta illogicità, irrazionalità e irragionevolezza;
  3. Violazione del principio della favor partecipationis, in quanto non si da’ a tanti giovani laureati la possibilità di venire a lavorare all’INPS.

Dunque, andando per ordine, Il Presidente dell’Istituto ed alcune O.S. sottomesse al suo volere, hanno concordato sull’Istituzione di un nuovo profilo professionale in categoria C1 con accesso dall’esterno con alcune classi di laurea, ed il possesso della certificazione linguistica in Inglese B2.

Tutto ciò giustificando, falsamente, che tale istituzione restringeva la platea dei partecipanti al concorso, di guisa che si accelerasse l’iter del concorso stesso.

Il Presidente, successivamente, con propria determinazione, in assoluta solitudine, ha inserito nel Bando di assunzione altre classi di laurea, non concordate con le OO.SS, nemmeno con le stesse che avevano sottoscritto l’Istituzione del profilo ” analista di processo – consulente professionale “.

Ad oggi sono pendenti alcuni ricorsi al TAR Lazio, che saranno a breve discussi, le domande di partecipazione sono state 22.000. Ma vi é un serio problema: la trasmissione ” Striscia la Notizia” ha trasmesso un servizio sulla compravendita dei titoli, che non fa presagire nulla di buono.

Il 19 dicembre CONFINTESA FP ha chiesto al Presidente di annullare il Bando di Concorso, di rimodulare i criteri di ammissione e di ripristinare in seno all’INPS la CREDIBILITA’ della Governance.

Ed ancora, il 30 dicembre, il Presidente ha emesso un comunicato stampa dichiarando di aver denunciato alla Procura della Repubblica di Napoli ed alla Guardia di Finanza, ciò che il programma “Striscia la Notizia” aveva già trasmesso: formazione e commercio di false certificazioni di conoscenza della lingua Inglese.

LO AVEVAMO DETTO CARO PRESIDENTE, LA RICHIESTA DI SUDDETTE CERTIFICAZIONI AVREBBE PROVOCATO, COME DI FATTO E’ ACCADUTO, L’AVVIO DI UNA SERIE DI TRUFFE.

PRESIDENTE, LA NOSTRA PROPOSTA E’ SEMPRE LA STESSA: ANNULLI IN AUTOTUTELA IL CONCORSO, RIMODULIAMO INSIEME I CRITERI DI AMMISSIONE ALLO STESSO E RIPRISTINIAMO LA CREDIBILITA’ DELL’ISTITUTO. ABBIAMO GIA’ PERSO LA FACCIA!!!

APPLICHIAMO AI COLLEGHI INTERNI ALL’ENTE LA LEGGE MADIA CIRCA LE PROGRESSIONI VERTICALI ABBATTENDO SACCHE DI MANSIONISMO, NELLE MORE DEL RIORDINO DELL’ORDINAMENTO PROFESSIONALE.

Se così non fosse l’INPS continuerà a svuotarsi causa pensionamenti, il concorso sarà bloccato per vicende giudiziarie, non ci saranno nuove assunzioni, e gli unici a pagare come sempre saranno i lavoratori, costretti – ob torto collo – a produrre sempre di più, con il rischio di non raggiungere i piani di produzione ed a vedersi quindi decurtato l’INCENTIVO.

CONFINTESA FP RESTA IL SINDACATO DEI LAVORATORI E DI NESSUN ALTRO. VI CHIEDIAMO FIDUCIA, L’ISCRIZIONE, IL VOTO ALLE RSU, SEMPLICEMENTE PER METTERE ALL’ANGOLO CHI NEI FATTI DIMOSTRA DI NON AVERE A CUORE, DA TEMPO, GLI INTERESSI DEI LAVORATORI.

IL COORDINATORE NAZIONALE

(Francesco Viola)

 

FLASH 2018 n1 INPS

Rispondi al commento