Lavori usuranti

Circolare del Ministero del Lavoro

Vi inviamo quanto in allegato ricordandovi (come già preannunciato nel Flash n. 127 del 4 maggio) che il D.Lgs 67/2011, riconosce il diritto di andare anticipatamente in pensione a quei lavoratori, che hanno svolto un’attività usurante.

Poichè il termine del 31 dicembre è prossimo, coloro che ritengono di avere maturato i requisiti per accedervi, dovranno provvedere entro il 30 settembre p.v., la domanda e la documentazione presso la sede dell’Ente Previdenziale competente per territorio.

Il datore di lavoro dovrà, entro 30 gg. dalla richiesta dell’interessato, inoltrare la documentazione opportuna, che attesti il diritto maturato.

Per riassumere:

chi ha maturato requisiti entro 2011 dovrà

a) presentare domanda all’ente previdenzaile competente entro il 30 settembre;

b) presentare al datore di lavoro la richiesta della documentazione necessaria, che certifichi la maturazione del diritto.

 Per coloro che invece matureranno i requisiti al 1 gennaio 2012, la richiesta all’ente previdenziale dovrà essere presentata entro il 1 marzo  2012.

Paola Saraceni                                                      Francesco Prudenzano
 347.066293

 207_circolare_mdl_lavori_usuranti

Sono disponibili in sede i modelli fac-simile di domanda sia per l’INPDAP, che per l’INPS, contattateci in sede.

24 Risposte a “Lavori usuranti

  • gina marsano
    8 anni fa

    non riesco ad avere una risposta se la chirurgia d urgenza e o non e riconosciuto lavoro usurante sono in chirurgia d urgenza da 20 anni (35 di contributi)gradire un chiarimento sicuro grazie mille

  • Maria
    8 anni fa

    credo che sia ora di allargare la fascia dei lavori usuranti. i criteri che potrebbero essere aggiuti sono, a mio avviso: lavori con utenza difficile, carico di lavoro, contesti a rischio, etc. per etc. intendo le conseguenze, dati, sul fisico e la psiche che questi lavori comportano . es: nessuno si è mai chiesto come mai chi lavora in certi contesti dopo tanti anni si ammala di insonnia? qualcuno si è chiesto cosa comporta questo, quali sono le malattie insonnia-correlate? il bornout esiste signori, e non stiamo scherzando per niente, caro various che no so chi sei…

  • sono del 1953 ho 59 anni sono entrato in questa amnistrazione 1981 come conducente di automezzi speciali e dal 2002 che non faccio più l’autista perchè mi è stta ricooscita la causa di servizio e svolgo altra attività (operatore giudizirio) ho circa due anni di servizio svolto nelle altre amnistrazioni private in più ho riscattato due anni di servizio militare posso usufruire del servizio Usurante? equando possofare la domanda di pensionamento?

    • giovanni
      8 anni fa

      la legge prevede per il 2011 e 2012 una esposizione a lavoro usurante dal 2001 al 2011 almeno sette anni di lavoro nella categoria di lavoratori risultante dal decreto e con un minimo di età anagrafica di 57 anni.
      successivamente sarà considerato metà età lavorativa.
      comunque bisogna precisare che si va in pensione solamente con il calcolo dei periodi lavorati.

  • Maurizio
    8 anni fa

    Salve non vorrei fare confusione,ma il lavoro usurante e lavori insalubri sono la stessa cosa?
    Cioè lavorare nei forni per verniciatura ed a contatto con diluenti e chimica varia come si definisce?
    Grazie

    • giovanni
      8 anni fa

      il lavoro insalubri danno un aumento di età contributiva (aggiungono anni lavorativi)

      il lavoro usurante dà la possibilità di anticipare la data del pensionamento, ma il calcolo viene effettuato solo su gli anni lavorati.

  • Grace
    8 anni fa

    Dobbiamo fare una distinzione tra lavori usaranti e lavori insalubri.
    La persona che dice di svolgere lavoro di restauro ha diritto ha essere inserito tra quei lavoratori che hanno utilizzato solventi tossici prima della legge 626/94 ed hanno percepito un’indennità definita di rischio fino all’anno 1999.
    A fronte di questa indennità, questa categoria di lavoratori ha usufruito dello sconto di un anno su quattro attestato dall’aver percepito tale indennità che permette un prepensionamento. Questo beneficio è stato utilizzato da molti restauratori dipendenti del ministero beni culturali fino ad oggi.
    Infatti la cosa sta cambiando e sembrerebbe che tale diritto sulla salute si voglia dimenticare togliendolo definitivamente.
    Dobbiamo fare una lotta dura affinchè tali diritti soprattuto a difesa della salute non vengano calpestati.
    Per chi avesse bisogno di ulteriori chiarimenti sono a disposizione.

  • Cari lettori,
    secondo il D.L. 11 agosto 1993, n. 374 i lavori usuranti sono quelli per cui è richiesto un impegno psico-fisico particolarmente intenso e continuativo, condizionato da fattori che non possono essere prevenuti da misure idonee.

    REQUISITO SOGGETTIVO
    Il beneficio è riconosciuto alle seguenti categorie di lavoratori:
    Conducenti di veicoli pesanti adibiti a servizi pubblici di trasporto di persone.
    Lavori in cassoni ad aria compressa.
    Lavori ad alte temperature; mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione quali, ad esempio, quelle degli addetti alle fonderie di seconda fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti ad operazioni di colata manuale.
    Lavoratori del vetro cavo; mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio.
    Lavori espletati in spazi ristretti; con carattere di prevalenza e continuità ed in particolare nelle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale; mansioni svolte continuativamente all’interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture.
    Lavori di asportazione dell’ amianto; mansioni svolte con carattere di prevalenza e continuità.
    Lavoro notturno continuativo.
    Lavori alle linee di montaggio con ritmi vincolati.
    Lavori in galleria, cava o miniera.
    Lavori espletati direttamente dal lavoratore in spazi ristretti: all’ interno di condotti, di cunicoli di servizio, di pozzi, di fognature, di serbatoi, di caldaie.
    Lavori in altezza: su scale aeree, con funi a tecchia o parete, su ponti a sbalzo, su ponti a castello installati su natanti, su ponti mobili a sospensione. A questi lavori sono assimilati quelli svolti dal gruista, dall’ addetto alla costruzione di camini e dal copritetto.
    Lavori svolti dai palombari.
    Lavori in celle frigorifere o all’ interno di ambienti con temperatura uguale o inferiore a 5 gradi centigradi.
    Lavori ad alte temperature: addetti ai forni e fonditori nell’ industria metallurgica e soffiatori nella lavorazione del vetro cavo.
    Personale addetto ai reparti di pronto soccorso, rianimazione,chirurgia d’ urgenza.
    Trattoristi.
    Addetti alle serre e fungaie.

    Sicuramente ne ho dimenticati alcuni…. ma mi pare sia chiaro il senso delle parole “lavori usuranti”.

  • Pat
    8 anni fa

    il testo virgolettato non compare, avevo scritto: attività che prevedono GRANDI sforzi fisici, in ambienti ristretti e condizioni climatiche disagiate.

  • Pat
    8 anni fa

    Per lavori usuranti si intendono quelle attività che <>.
    Perciò NON sono usuranti i lavori noiosi, ripetitivi, pericolosi, stressanti, complicati, che non ci piacciono…..
    Capito bella gente?

  • giovanni-- centralinista telefonico
    8 anni fa

    queste persone che stanno scrivendo quà non hanno la più pallida idea di cosa sia un lavoro usurante. grazie

  • Maria
    8 anni fa

    Mio marito è marittimo ha fatto sempre tale lavoro su navi petroliere facendo la carriera di Ufficiale di coperta ed oggi a 61 anni è ancora costretto a lavorare perchè il suo lavoro non è considerato usurante!!! rispetto invece agli Ufficiali di macchine che beneficiano dell’abbuono pensionistico! Vi sembra questa una cosa corretta? forse lo stare lontano dalla famiglia per tanti mesi, assumersi le responsabilità dl comando, affrontare il mare e tempeste non è di per sé logorantE!!!!!! pURTROPOO QUESTA è la Legge italiana ! e non solo molti sindacati sono artefici di queste discriminazioni perchè non conoscono le vere difficoltà di chi svolge lavori particolari.

    • Signora per favore…. vuole mettere stare in coperta con lo stare in sala macchine….
      Ma se ognuno rivendica un lavoro usurante, l’unica soluzione è non darlo a nessuno.
      Siamo seri!!!

  • Antonio
    8 anni fa

    LAVORO DA 30 ANNI IN UN CARCERE
    SECONDO VOI E’ USURANTE O NO ?

    • lavinia
      8 anni fa

      anch’io; da 32 per l’esattezza. non credo che, se non appartieni a p.p., si possa rivendicare che il lavoro che svolgiamo è usurante. Questo perchè da sempre c’è stato un solco fra polizia e civili, solco che ha sottolineato per p.p una serie infinita di agevolazioni economiche e giuridiche e per gli altri, pesci in faccia. Con questo non voglio dire che x il solo fatto di lavorare dentro a un carcere, si debba avere diritto a questo riconoscimento: per me anzi, vale una ulteriore distinzione: chi è che si relaziona o meno con la popolazione detenuta in ragione del proprio lavoro ed in modo continuativo. E’ questo che dovrebbe fare la differenze e non altro!! E questo si che dovrebbe essere ritenuto fattore usurante… si parla o no di BURN OUT??. il problema però è che se ne è sempre parlato e basta, comprese le organizzazioni sindacali che hanno perso molti e molti treni perchè adesso possano godere di incondizionata fiducia da parte dei lavoratori..

    • Dipende da che parte delle sbarre sta!
      Basta…. ma insomma che cosa pensate che siano i lavori usuranti. Tutti quelli dove si deve fare qualcosa tutti i giorni lavorativi?

  • MARY
    8 anni fa

    è COLPA DI QUESTA GENTE SE NON SAREMO MAI UN PAESE SERIO

  • lorenzo bracciante
    8 anni fa

    sono restauratore di materiale librario e documentario da 31 anni. Nel laboratorio di restauro abbiamo e usiamo anche prodotti chimici. Si puo’ definire la mia attivita’ come usurante? Grazie per la risposta.

  • luigi
    8 anni fa

    so che è una domanda un pò stupida io faccio l’autista giudiziario guido auto blindate e molto spesso con scorta volevo sapere se il mio lavoro fa parte dei lavori usurante. io penso che il lavoro che faccio sia abbastante usurante vedendo che gia dopo 20 anni di servizio mi ritrovo con problemi alla vista ” all’assunzione avevo 10 su 10 ora sono quasi cieco, problemi alla schiena,stress psicofisico perche si guida sempre sotto tensione perche a rischio la propria patente e di attentati,ecc.ecc.

    • Marco
      8 anni fa

      No, non è una domanda stupida, sono d’accordo con il collega che anche il nostro è un lavoro usurante, ma mai a nessuno è interessato, a volte si passano anche intere giornate con l’auto blindata con tutti problemi che si possono immaginare mal di schiena, calo della vista, in quanto un auto blindata ha cinque vetri assemblati e, quindi, la visuale distorce.

  • salvatore quarta
    8 anni fa

    in servizio dal 1° aprile 1981 ho 24 mesi di naia e circa due anni di lavoro in altri enti privati.
    ho una causa di servizi per il lavoro e la qualifica di conducente di automezzi speciali è da circa 10 anni che non svolgo più questo lavori, sono impiegato nella cancelleria del personale Magistrati della Procura di Milano.
    ho diritto il prer pensionamento per Lavori usuranti che ho svolto?.
    grazie

  • pastori maria aurora
    8 anni fa

    sono stata assunta presso la direzione provinciale del lavoro con la qualifica di usciere e ho fatto reception per anni 33. mi avevano detto che è da considerare lavoro usurante.anche perchè lo è stato e molto. potete darmi una risposta? grazie

    • Signora, ma pensa che si tratti di lavoro usurante quello dell’usciere?

    • giovanni
      8 anni fa

      carissima signora

      se secondo lei il suo lavoro è usurante potrebbe aprire un contenzioso con il suo datore di lavoro.
      la prima fase è quella di denunciare il suo stato alla direzione provinciale del lavoro (lei è avvantaggiata)

PER VEDERE LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO PER FUNZIONARI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CLICCA QUI